Disfunzioni Sessuali

Le disfunzioni sessuali sono un gruppo eterogeneo di disturbi tipicamente caratterizzati da un’anomalia, clinicamente significativa, nella capacità di una persona di avere relazioni sessuali o di provare piacere sessuale.

Le disfunzioni sessuali possono essere legate sia a fattori biologici che a fattori psichici, per cui è fondamentale un intervento condiviso fra diversi specialisti per escludere eventuali cause organiche.

I disturbi sessuali sono intrisi di dinamiche interne, vissuti personali o di relazione che vanno a interferire negativamente sulla possibilità che tale incontro si concluda in maniera gratificante e positiva.

Possono insorgere a causa di diversi fattori

  • inerenti il partner (per es. il suo stato di salute);
  • relazionali (per es. scarsa comunicazione o differenza nel desiderio di attività sessuali);
  • di vulnerabilità individuale ( storie di abuso, traumi) comorbilità psichiatrica (depressione, ansia) fattori stressanti (perdita lavoro, lutti)
  • religiosi e culturali
  • medici rilevanti

A questi si aggiungono spesso situazioni esistenziali irrisolte, funzioni del Sè irrigidite, “divieti interni” e sensi di colpa che impediscono di lasciarsi andare al piacere; la paura di fidarsi dell’altro, timore del rifiuto e paura dell’insuccesso (ansia da prestazione), credenze e falsi miti che si frappongono come barriera a un contatto sessuale soddisfacente.

Seppur la risposta sessuale sia, dunque, fondamentalmente biologica e fisica essa è vissuta ed influenzata da interazioni sociali, culturali e psicologiche molto complesse.

Le disfunzioni sessuali, pur nelle loro diverse caratteristiche cliniche, sono caratterizzate da un’anomalia nel processo che sottende il ciclo di risposta sessuale, o da dolore associato al rapporto sessuale.

Il ciclo di risposta sessuale si riferisce alle diverse fasi che, nell’uomo e nella donna, compongono e costituiscono la reattività e il funzionamento sessuale del soggetto, ovvero le diverse fasi che si susseguono tra la nascita del desiderio e la soddisfazione di esso. Queste fasi sono le seguenti:

Desiderio > eccitazione > plateau > orgasmo > risoluzione

Fase 0 (Desiderio): uno stato di tensione emotiva, nella quale l’uomo e la donna attivano la parte cognitiva rispetto alla sessualità, che porta a cercare di raggiungere l’oggetto del proprio interesse, in cui il corpo non subisce alcuna modificazione visibile.

Fase 1 (Eccitazione): estremamente variabile in ogni soggetto e consiste in una serie di modificazioni fisiologiche (come l’accelerazione cardiaca, la tensione muscolare e l’erezione del pene nell’uomo; mentre nella donna vasocongestione pelvica, lubrificazione e dilatazione della vagina) e psichiche (come l’immaginazione).

Fase 2 (Plateau): in questa fase assistiamo a un aumento progressivo dell’eccitazione e delle relative modificazioni fisiologiche, ha una durata estremamente variabile da persona a persona.

Fase 3 (Orgasmica): costituisce il picco massimo di piacere e di godimento psicofisico e si manifesta con l’eiaculazione nell’uomo e con contrazioni ritmiche della vagina nella donna, insieme a una serie di piacevoli sensazioni fisiche e mentali.

Fase 4 (Risoluzione): si assiste ad un ritorno alla normalità e ad uno stato di rilassamento e benessere psicofisico generalizzato.

Quando, dunque, qualsiasi individuo durante o prima del ciclo sessuale sperimenta una interruzione o blocco in una qualsiasi di tali fasi, e si vede costretto a trovare meccanismi di difesa che gli consentano di chiudere il ciclo anche se in modo alterato e distorto, ciò può portare all’emergere e al cronicizzarsi di un sintomo o disfunzione sessuale.

Le disfunzioni sessuali più comuni sono:

  1. Eiaculazione ritardata
  2. Disturbo erettile
  3. Disturbo dell’orgasmo femminile
  4. Disturbo dl desiderio sessuale e dell’eccitazione sessuale femminile
  5. Disturbo del dolore genito-pelvico e della penetrazione
  6. Disturbo del desiderio sessuale ipoattivo maschile
  7. Eiaculazione precoce
  8. Disfunzione sessuale indotte da sostanze/farmaci

Il trattamento dei disturbi sessuali in psicoterapia ha come obiettivo lo svelamento e l’elaborazione delle cause, spesso “antiche”, che stanno alla base di essi, così da permettere all’individuo o alla coppia di mettere in campo le proprie risorse per ripristinare l’equilibrio psicofisica e fare esperienza gratificante e soddisfacente della sessualità.

Abbassare il livello di sofferenza, avere corrette informazioni circa la sessualità che scardinino credenze e falsi miti, lavorare sui blocchi psicologici, sui sensi di colpa, sulla paura di lasciarsi andare e sui pensieri disfunzionali, sul senso di Sè e sull’autostima, sulla necessità di affrontare eventuali conflitti e tensioni all’interno della coppia, permette al soggetto di riappropriarsi di un ambito fondamentale della vita dell’essere umano, del diritto al piacere, alla fiducia e all’intimità e della dimensione sessuale come appagante esperienza di fusione con l’Altro da Sè.

Phone: (+39) 329.4661445
email: info@concettamagliopsicologa.it
Via Mariano Stabile, 61 - 90139 Palermo (PA)
93012 - Gela (CL)